Armando Curcio Editore

LA STORIA

Nel 1927, per opera dell’intellettuale Armando Curcio, nasceva la prima idea della Armando Curcio Editore: una realtà imprenditoriale destinata a scrivere pagine gloriose della storia culturale italiana. Il fondatore riuscì a costituire nel tempo un catalogo ricco di preziosi volumi di narrativa, saggistica e arte, un immenso patrimonio contenutistico e iconografico che sarebbe stato ereditato dal figlio Alfredo e dalle future generazioni.
 Oggi come allora, alla base della filosofia della Casa Editrice – da sempre al fianco di scuola e famiglia – c’è la convinzione che il sapere, la curiosità e la conoscenza mettano in moto un circolo virtuoso in grado di coinvolgere singoli e gruppi, persone e istituzioni: promuovere lettura e cultura significa investire per crescere in un comparto che ha la capacità di influire sulla realtà produttiva del Paese, quindi valorizzare il sapere significa generare ricchezza a tutti i livelli.

GLI ANNI DEL CAMBIAMENTO (1998-2013)

Il nuovo corso inizia nel 1998, anno in cui la società viene rilevata definitivamente dalla famiglia Siciliano, che rinnova la casa editrice, rafforzando però la produzione nel campo in cui storicamente è più solida: la divulgazione e la manualistica.
Inizia anche ad orientare gli investimenti verso nuovi settori che proprio in quel momento storico si stanno affacciando sul mercato italiano, come il multimediale.

IL FUTURO

Nelle parole di Cristina Siciliano, vicepresidente del gruppo Armando Curcio Editore: « Oggi la nostra Casa Editrice prosegue nell’impegno di portare direttamente nelle famiglie italiane opere di alto valore e accessibili a tutti, con uno slancio e un impiego di risorse che la capace gestione di Alfredo Curcio aveva appena intuito; ha ampliato e diversificato l’offerta editoriale dall’edicola alla libreria, trovando l’apprezzamento del pubblico e delle istituzioni, che ci hanno onorato con riconoscimenti ufficiali; si è fatta promotrice di una serie di iniziative culturali volte a diffondere l’arte e la letteratura, dando visibilità e voce a giovani artisti emergenti.
Oggi, come allora, la storia casa editrice Curcio è la «storia di un’idea». Oggi, come allora, è una grande «organizzazione al servizio della cultura».